Scuole specializzate superiori: un vantaggio per tutti!

Nuovi statuti e nuovo Comitato direttivo, «snellito» e più agile, per la Conferenza delle scuole specializzate superiori

Nel 2017, la Conferenza svizzera delle scuole specializzate superiori ha potuto festeggiare il suo decimo anniversario. Questo momento di retrospettiva e con lo sguardo rivolto al futuro, ha innescato un processo di riorientamento e ristrutturazione, che ha potuto essere completato con successo in occasione dell'Assemblea generale straordinaria tenutasi il 3 dicembre 2018. I membri presenti hanno adottato all’unanimità nuovi statuti e nominato un Comitato direttivo più «snello» e più agile, così come un nuovo Presidente, Peter Berger, Direttore di medi Bern. Eletti inoltre i seguenti membri del Comitato direttivo: Claudia Zürcher (Direttrice AKAD Business), Kurt Rubeli (Capo istituto della scuola tecnica ABB), Christa Augsburger (Direttrice della Scuola alberghiera di Lucerna), Pierre-Alain Uberti (Direttore ESSIL Ecole Supérieure Sociale Intercantonale, Lausanne), la Consigliera Nazionale Diana Gutjahr (USAM), Bruno Weber (travail suisse), il Consigliere Nazionale Philipp Kutter (CSEC-N) e il Consigliere Nazionale Marco Romano, Ticino.

I nuovi statuti:

05.2_Statuti Conferenza SSS_nuovo_2018_i 

L’orientamento delle innovazioni prevede che la Conferenza SSS si focalizzi maggiormente nel rappresentare le finalità e gli interessi della politica educativa delle scuole specializzate superiori. Al momento, gli sforzi sono centrati in particolare sul posizionamento dei cicli di formazione e dei diplomi nei contesti nazionale e internazionale.

 

Le scuole specializzate superiori svolgono un ruolo di primo piano nel sistema educativo svizzero. Grazie al loro posizionamento offrono una maggiore vicinanza alla pratica e forniscono le conoscenze professionali richieste dal mondo del lavoro.

Le scuole specializzate superiori, grazie alla loro autonomia e all’orientamento pratico, svolgono un ruolo di primo piano nel sistema educativo svizzero. Formano gli specialisti e i dirigenti richiesti dal mercato del lavoro, fornendo così un contributo significativo alla competitività a lungo termine dell’economia svizzera sul lungo periodo.
 

Le scuole specializzate superiori hanno una posizione chiara, con la vicinanza alla pratica e l’approfondimento delle conoscenze professionali in primo piano. Rispetto alle scuole universitarie, le scuole specializzate superiori sono più fortemente orientate al mondo del lavoro. Gli insegnamenti pratici e teorici sono incentrati sulle competenze e immediatamente utilizzabili nello svolgimento della professione.